Il Magazzino Automatico

Centro stoccaggio merce ed evasione ordini.

Risparmia spazio, costi e rischi.

Da sempre siamo pioneri nella ricerca e nell'adozione di nuove metodologie che consentano di rispondere in maniera efficace alle necessita' dei nostri clienti. Nel 1995 nel pieno di una forte depressione economica globale, abbiamo voluto portare un forte innovazione tecnologica progettando e costruendo un magazzino automatico, servito da trasloelevatori.

Il magazzino autoportante in doppia profondita' consente lo stoccaggio di grandi volumi di materiale; si estende su una superficie di circa 1.500 mq ed e' alto 25 mt (di cui 5 metri sotto il piano stradale), con una capienza di 7.000 paletts.

Le entrate e le uscite di merce vengono gestite direttamente dal Sistema Centrale in maniera completamente autonoma.

magazzino automatico

Illustriamo brevemente un esempio della nostra quotidiana organizzazione:

  • gli ordini arrivano in formato EDI via Internet ( piu' del 50% );
  • il Sistema li elabora in maniera autonona ed informa il responsabile delle spedizioni che sono arrivati gli ordini.
  • Il responsabile decide tramite un piccolo terminale tascabile in Rf, quali sono gli ordini dei clienti da evadere
  • Il Sistema informato di quali sono gli ordini previsti, monitorizza le giacenze dei vari magazzini. Nel caso di merce insufficiente presso il Piking, pilota il Magazzino Automatico facendo uscire la merce e ordina agli operatori di merce di andare a ritirare la merce al Magazzino Automatico.

Gli operatori vengono informati dei vari processi in esecuzione tramite i terminali a radio frequenza.

La missione del Magazzino Automatico

Il Trasloelevatore nr. 1 esegue la missione di prelievo: raggiunge il pallett, lo imbarca e lo deposita sulla baia di uscita. Una navetta poi lo trasborda all'esterno del magazzino dove un operatore, su informazione dall'elaboratore centrale, lo portera' in area di piking.

Il Trasloelevatore nr. 2 esegue la missione di deposito: imbarca il pallett che gli ha portato la navetta, e su informazione del calcolatore adetto, depositerÓ il pallett nella cella che gli Ŕ stata assegnata.

L'operatore, tramite il terminale a radiofrequenza, viene inviato dal calcolatore centrale a depositarne uno e prelevarne un altro destinato per il piking o per un Cliente.